INfirenze - Informazione indipendente sempre aggiornata!
www.infirenzeweb.it

 
Sabato 24 Giugno 2017
Loading


17 febbraio: Festa del Gatto



Popolare nelle fiabe e nelle leggende, divertente nelle moderne stripes e pellicole lo troviamo installato confortevolmente nel 20% delle famiglie

Ogni anno, il 17 febbraio è dedicato agli esemplari di una stirpe che ci vive accanto, venerata da vari popoli per millenni, amata da grandi uomini, pensatori, artisti, letterati, da Maometto come da Confucio, ma anche compagna di vite solitarie, di miseria e di freddo. Ogni gatto, dignitoso nella sua pelliccia variegata o uniforme, devoto ma indipendente, sonnolento o giocherellone, si è sempre sentito alla pari con l'uomo, mai suo schiavo. Le mani abili, la mente alacre e distorta degli uomini, ne hanno fatto spesso oggetto di scempio, di persecuzione, e, disinvoltamente, di cibo. Il Medioevo e la sua eredità, ossessionati dal Maligno ravvisato nelle più disparate sembianze, ne sono stati i maggiori carnefici, come per alcune categorie umane. Ma anche, nelle varie epoche, le carestie, la superstizione, la facilità a superare le sue scarse difese, hanno consentito di dare sfogo al sadismo e all'ignoranza. Negli ultimi anni, col Black Cat Day a novembre, si intende debellare credenze ancora superstiti, tanto anacronistiche quanto dissennate.

Più dei roghi nelle piazze di Parigi o i lanci dal campanile di Ypres in Belgio (rievocati adesso ogni anno con un grande corteo in maschera), ad uccidere i gatti furono i falò nelle campagne, intorno a cui si danzava, per poterne spargere le ceneri sui campi come buon auspicio per il raccolto futuro. Il gatto in salotto, cioè non ospitato nella casa solo per ripulirla dai topi, è piuttosto un'invenzione dell'Ottocento, con tutta la fioritura letteraria che ne è seguita ad esaltarlo e descriverlo. L'arte figurativa, che nei secoli precedenti lo aveva inserito nei dipinti come simbolo di Satana o come complemento caratteristico degli arredi, ne ritrae con curiosità devota la singolare plasticità.

Popolare nelle fiabe e nelle leggende, divertente nelle moderne stripes e pellicole da Crazy Cat a Garfield, lo troviamo ora installato confortevolmente nel 20% delle famiglie italiane.

Anche quest'anno, per la Festa del Gatto, sono previste varie iniziative, mostre e conferenze.

Maria Luisa Orlandini

17 Febbraio 2012 12:46
 

Commenta la notizia
Nome
CAPTCHA Image
Cambia
Copia il codice di verifica:
Commento
MOSTRE
DAL CUORE DEL LEGNO L'ANIMA DI KEVO
Museo di Storia Naturale "La Specola" via Romana 17, Firenze