INfirenze - Informazione indipendente sempre aggiornata!
www.infirenzeweb.it

 
Venerdì 21 Luglio 2017
Loading


A Palazzo Strozzi il Polimoda fashion show 2016



Si e' svolto davanti ad un folto parterre  il 14 giugno scorso l’atteso appuntamento con il Polimoda Fashion Show, che quest’anno ha aperto il programma della Fashion Week organizzata in occasione di Pitti Uomo #90. Per il trentesimo anniversario dell’istituto, la sfilata dei migliori studenti di Fashion Design si e' tenuta in una location d’eccezione e insolita per un evento di questo tipo: il cortile di Palazzo Strozzi, uno dei più bei palazzi rinascimentali di Firenze, nonché rinomata sede museale gestita dalla Fondazione Palazzo Strozzi. 

Un panel composto da massimi esperti del settore ha decretato la Best Collection for 2016: tra i giudici Suzy Menkes (International Vogue Editor), Guram Gvasalia (CEO di Vêtements), Massimiliano Giornetti (Direttore Creativo e alumnus Polimoda), Scott Schuman (fondatore di The Sartorialist), Alexander Shumsky (Presidente del Russian Fashion Council e fondatore della Fashion Futurum Initiative), Laudomia Pucci (Image Director di Emilio Pucci), Riccardo Vannetti (Tutorship Director di Pitti Immagine), Brendan Cannon (Creative Director di Pluma e CEO di Cannon Media Group), Linda Loppa (Advisor Strategy and Vision di Polimoda) e Danilo Venturi (Direttore di Polimoda).
 
In passerella, le venti collezioni di giovani talenti emergenti della moda: Mirco Arena, Fabio Bigondi, Matteo Aron Bruschi, Elizaveta Burtseva, Sofia Castaneda, Lucrezia Ceneda, Federico Cina, Greta Giannini, Pierpaolo Grasso, Miranda Hochkoeppler, Lai Shu Lin, Sofia Mollberg, Maximiliano Ruelas, Gal Sadirova, Ryota Sakai, Rina Sawayama, Deborah Segun, Olga Vasyukova, Farah Waly e Aysegul Yazicioglu. Questi i nomi dei designer più promettenti del 2016, selezionati tra tutti gli studenti al terzo e penultimo anno del corso di Fashion Design per presentare le proprie collezioni di fronte ad un pubblico specializzato e ad una giuria internazionale. 
Dieci collezioni donna e dieci collezioni uomo, composte di cinque outfit ciascuna, e dieci le diverse nazionalità degli stilisti: Italia, Russia, Giappone, Messico, Cina, Turchia, Repubblica Ceca, Svezia, Egitto e Nigeria riflettono l’internazionalità e l’atmosfera multiculturale che si respira a Polimoda. Ispirazione ricorrente e filo conduttore è il tema Cults: radicalismo, senso di appartenenza, valore simbolico, cosa identifica un culto oggi? Cosa raccontano i capi che indossiamo delle nostre convinzioni e identità? 
Ciascun designer ha personalmente ideato, progettato e realizzato ogni capo, ogni dettaglio, il miglior biglietto da visita per farsi conoscere nel mondo della moda. E' stata un'occasione unica per mostrare il proprio lavoro nel contesto di uno dei saloni più importanti a livello internazionale.
La sfilata e' stata trasmessa in live streaming sul sito www.polimoda.com e in esclusiva sulla piattaforma online per designer emergenti Not Just a Label. 
Prezioso  il supporto di CLASS Hair Salon Academy Style, Not Just a Label e, per i materiali utilizzati per le collezioni, Bandinelli e Forni, Conceria Montebello, Contrado Imaging Ltd, Delfi, Falco Pellami, Falpe, Fili&Forme, Filippo Fanini, Freudenberg, Il Plastico, InSeta, Isko, Kopenhagen Fur, Lanificio Tessil Club, Mazzanti Piume, Saga Furs, San Lorenzo, Selasti.
 
 
Nicoletta Curradi

15 Giugno 2016 22:32
 

Commenta la notizia
Nome
CAPTCHA Image
Cambia
Copia il codice di verifica:
Commento
MOSTRE
DAL CUORE DEL LEGNO L'ANIMA DI KEVO
Museo di Storia Naturale "La Specola" via Romana 17, Firenze